La cromoterapia nel nostro abbigliamento

Scegliere cosa metterci non è solo questione di moda: i colori nell’abbigliamento influenzano il nostro temperamento e il nostro modo di essere.

Cromoterapia: cos’è e come ci influenza

Come già risaputo, i colori producono in noi diverse sensazioni e diversi atteggiamenti psicologici. E’ per questo, ad esempio, che negli ospedali si trova molto spesso un colore calmante come il verde o il blu. Inconsciamente associamo a ogni colore delle emozioni, spesso dettate dal vissuto di ognuno di noi ma anche dalla nostra cultura. Non vi è mai capitato di sentire un cambio d’umore entrando in una stanza dai colori scuri?

Piero Barbanti, primario di Neurologia dell’Istituto San Raffaele Pisana di Roma, ha addirittura dimostrato come i colori influenzino i nostri parametri vitali: a seconda delle tonalità di colore il nostro cervello invia diversi stimoli causando reazioni chimiche che variano la produzione ormonale e di conseguenza proprio i nostri stati d’animo. (qui le fonti)

Anche Karen Pine, professoressa di psicologia dell’Università di Hertfordshire in Inghilterra ha verificato come a seconda dei vestiti che indossiamo e dei loro colori modifichiamo la percezione che abbiamo di noi stessi. (qui un approfondimento)

La cromoterapia nell’abbigliamento

Non ci deve stupire, allora,  che anche nell’abbigliamento si tenda a riflettere il nostro stato d’animo, andando a scegliere i colori di cui più “abbiamo bisogno”.

Chiarisce bene questo punto planetyoga.it:

Esiste, infatti, una connessione sottile tra la fisiologia umana e le tonalità che ci vediamo addosso: le tonalità scure mandano meno impulsi al sistema endocrino, con una produzione ormonale significativamente inferiore e, di conseguenza, cattivo umore, depressione e via libera a malanni.

La cromoterapia nell’abbigliamento ci può aiutare a stimolare sensazioni positive e stimolanti e farci sentire meglio. Sapevate già che tante persone rifiutano categoricamente di indossare il nero (ci sto provando anche io nonostante si sa, si abbina a tutto!)? Infatti, il nero è associato a tristezza, angoscia e stati depressivi e di disagio, al pessimismo.

Ma vediamo i colori nel dettaglio:

Verde e blu: sono entrambi colori rilassanti, che portano alla diminuzione della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa, andando anche a calmare il nostro respiro. Ci sono utili in situazioni stressanti, quando ci sentiamo particolarmente ansiosi. Grazie all’effetto rilassante, ci aiutano ad allontanare le tensioni e a stimolare la creatività. Il verde, in particolare, è il colore dell’equilibrio energetico e della riflessione e quindi è indicato per chi soffre di emicrania o insonnia. Elimina la rabbia e stimola il sistema endocrino e il cuore. Il blu, invece, ispira fiducia e comprensione, per cui ci porta a ridurre atteggiamenti polemici e ci predispone verso comportamenti più costruttivi. Elimina l’ansia e ci aiuta ad attenuare i dolori muscolari e reumatici.

Rosso: è un colore molto forte che può essere associato a entrambe emozioni positive e negative. Stimola l’aggressività e aumenta il testosterone: per questo è consigliato in caso di gare di vario tipo. Stimola anche la funzione degli organi e dei muscoli e aumenta la circolazione sanguigna. E’ un colore dinamico che ci aiuta a ritrovare la grinta e ci da coraggio, stimolando il nostro senso di urgenza. Sicuramente un colore utile per stimolare le persone lente, indolenti e di poche iniziative, mentre sconsigliato per chi si vuole dedicare ad attività spirituali o di studio. Raccomandato anche per le persone timide ed introverse, per favorire uno sblocco psicologico. Alla lunga può favorire un certo nervosismo.

Giallo e arancione: sono colori stimolanti e positivi, che favoriscono una buona risposta del sistema nervoso e del sistema linfatico. Il giallo è associato all’ottimismo e all’estroversione e denota una forte personalità e allo stesso tempo l’arancione esprime l’affermazione del proprio Io, della propria identità. Come il rosso, attirano l’attenzione, ma in modo più rassicurante. L’arancione è considerato un colore antidepressivo, che stimola l’appetito e ci predispone a stati d’animo felici.

Viola: è un colore freddo che provoca malinconia, di solito associato a misticismo. Associato all’introspezione e alla sensibilità

Celeste: anche questo è un colore calmante, che abbassa la temperatura del corpo e cura l’insonnia, calma l’ansia le irritazioni

Bianco: è un colore molto positivo perché è rivitalizzante e solare, porta energia positiva e ci purifica, cancellando pensieri pessimisti. Ci fa sentire in ordine e puliti e per questo più tranquilli.

SEGUIMI SU FACEBOOK

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...