Perché uscire dalla Comfort Zone

jump

La cosiddetta Comfort Zone è lo spazio in cui ognuno di noi si sente a suo agio, ambientato e rilassato. Voi direte, cosa c’è di meglio? Certo, sicuramente è bello – e comodo appunto – ma a cosa porta?

Ovunque voi siate, ci siete arrivati seguendo un percorso fatto di tante piccole tappe. Questo percorso vi ha permesso di prendere confidenza con il contesto e imparare a vivere autonomamente. Conoscete bene quello che avete intorno e tutte le azioni quotidiane che svolgete sono diventate quasi automatiche, sapete come farle e non ve ne preoccupate troppo. Non avete grandi ansie e potete ritenervi soddisfatti. Allora perché questa cara comfort zone dovreste scavalcarla?

Perché fare sempre le stesse cose allo stesso modo vi fa “sedere”, vi spegne e non vi mette alla prova. Come vi ho iniziato a mostrare anche nei precedenti articoli, sfidare sé stessi è il mezzo migliore per crescere, per provare emozioni e sentirsi fieri di sé stessi. Fare qualcosa che non pensavate di poter fare vi fa sentire vivi, vi rende orgogliosi e felici. Queste sensazioni sono uniche e portano a sviluppi positivi dentro di voi che altrimenti sarebbero impensabili. Non esiste nulla come quel momento in cui impari a fare una nuova cosa, e questo può succedere solo mettendosi in gioco e decidendo di buttarsi. Non lasciate che siano sempre gli altri a fare qualcosa, perché oltre al fatto che può sempre essere utile un giorno che la facciate voi, proprio queste persone rappresentano una potenzialità per voi. Imparare qualcosa dagli altri facendoselo insegnare è ancora meglio, perché si sviluppa anche un legame più profondo con chi ci sta attorno.

fun

Uscire dalla comfort zone raramente porta a qualcosa di negativo. Sempre restando nei limiti del ragionevole, provare nuove attività o vincere le proprie paure vi farà vivere più coscienti e più motivati. Sentirete stimoli per fare meglio quello che fate e avrete più voglia di migliorare le vostre interazioni sociali e sviluppare i legami con gli altri. Avrete sicuramente qualcosa da raccontare, qualcosa che vi fa tornare il sorriso sulle labbra quando ci pensate posteriormente. Le imprese personali sono fondamentali per sentirsi unici, per avere voglia di mostrare agli altri il vostro valore, metterlo in risalto senza timore.

Non è difficile quanto può sembrare inizialmente: non dovete per forza fare sport estremi o chissà quale grande esercizio. Già nei piccoli momenti di tutti i giorni potete provarci: anche scegliere una nuova strada per tornare a casa, fare un nuovo corso in palestra, parlare con un collega con cui ci si è sempre sentiti in imbarazzo, e via dicendo, possono rappresentare l’inizio per voi per un nuovo cammino più attivo e dinamico.

Stare nella comfort zone a lungo è dannoso perché si costruiscono barriere inconsapevolmente e si è progressivamente sempre più chiusi. Ci si inizia a sentire soli, poco utili, spenti. Dovete vivere, sempre. Non sopravvivere! Cercate quelle sensazioni nuove, osate andare verso cambiamenti e spingetevi oltre il vostro confine. Sentirete gli effetti positivi da subito.

Annunci

3 pensieri su “Perché uscire dalla Comfort Zone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...